pubblicato il 29/04/14

Pamela Meier è amministratore delle società e socia dell’agriturismo Ca’ di Mazza, ci racconta come ha realizzato il suo sogno nel cuore dell’ Appennino bolognese.

Ci parli della sua esperienza e della sua azienda.
Sono nata a Bologna dove ho vissuto fino ai vent’anni, mi sono poi trasferita prima a Pianoro e da 12 anni vivo nell’attuale sede dell’azienda agricola a Brento, Monzuno. La scelta che feci a vent’anni andando a vivere con il mio compagno fuori città è legata al mio amore per la natura e gli animali, in particolari i cavalli. L’azienda ha come produzione principale l’allevamento di cavalli da sella per salto ostacoli non dpa (cioè non macellabili) e la produzione di fieno. L’agriturismo e la fattoria didattica sono strettamente collegati a tali attività molto particolari e sicuramente di nicchia. La società si chiama Dream perché questo era il mio sogno, trasformare la mia passione per i cavalli in lavoro. Qui natura, paesaggio e la possibilità di avere molti animali e’ stata realizzata L’azienda è nata nel 2008 ed è sicuramente in fase di start up vista la precisa volontà di una produzione di altissima genealogia e con grande rispetto per il cavallo, che viene venduto solo dopo la doma e l’addestramento nel rispetto delle sue peculiarità.

In cosa la vostra attività è maggiormente legata alle tradizioni ed all’ambiente del territorio appenninico?
La struttura si trova sull’antica Via degli Dei e promuoviamo ai nostri ospiti tutte le attività che il territorio offre attraverso anche il nostro sito che riporta tutte le sagre e le attività dei paesi limitrofi. Abbiamo anche convenzioni con le trattorie locali per chi non ha voglia di cucinare negli appartamenti.

Quali luoghi da visitare suggerisce ai suoi ospiti quando vengono in vacanza da voi?
Se l’ospite lo desidera creiamo per lui pacchetti turistici per conoscere i Parchi della zona (Monte Sole, Contrafforte Pliocenico, Parco dei Gessi) e, se lo vogliono, per visitare con accompagnatori, le città più belle e meno conosciute (Ferrara, Parma Mantova e, ovviamente, Bologna).
Inoltre si possono organizzare lezioni a cavallo e passeggiate in collaborazione con Luca della Piccola Raieda (anch’essa presente nel Paniere dei Parchi) e con il maneggio la Ginestra di Vado.

Cosa fa la sua struttura per impattare il meno possibile sull’ambiente che la ospita?
Seguiamo il disciplinare di Terranostra di Coldiretti a cui aderiamo. L’azienda ha un impianto fotovoltaico che la rende autonoma dal punto di vista energetico, e negli appartamenti, come nella nostra casa, c’è la possibilità di scaldarsi con il camino. Effettuiamo la raccolta differenziata e utilizziamo di detersivi ecologici sia nella nostra casa che negli appartamenti. Nelle colazioni che sono comprese nell’offerta utilizziamo latte, burro biologici e marmellate dell’azienda Monti.

Per cosa i vostri clienti vi fanno i maggiori complimenti?
I nostri ospiti gradiscono la cura e l’attenzione posta in ogni cosa negli appartamenti, la pace e la tranquillità, la nostra ospitalità ( talvolta se rimangono una settimana si crea un amicizia per cui li risentiamo o ci riscrivono per sapere come va)Negli appartamenti c’è un libro in cui gli ospiti posso lasciare i propri commenti. Alcuni sono stati riportati su agriturismo.it e su facebook.

Qual è la cosa che le piace di più del vostro territorio?
La bellezza della natura percorrere i sentieri dell’area del pliocenico vicino a casa nostra……….basta questo per innamorarsi del posto, se ami il contatto con la natura.

Per quali servizi si è presenti nel “Paniere dei Parchi dell’Appennino emiliano”?
Nel Paniere mi presento per la mia attività agrituristica con l’obiettivo di offrire una formula di ospitalità a contatto con la natura e gli animali, graditi ospiti dei due appartamenti, con uso cucina per un totale di 9 posti letto. Ogni appartamento può avere un paddock a disposizione al fine di offrire al turista la possibilità di avere il proprio cavallo con sé e da Brento partire per meravigliose passeggiate a cavallo. Nell’agriturismo è presente anche un sentiero didattico con birdwatching, due piccoli stagni con anfibi e tabelle che illustrano fauna e flora

Chi sono generalmente i vostri ospiti?
Per ora la maggioranza dei nostri ospiti sono stranieri , famiglie che , come dichiarano, vogliono vedere “un’ altra Italia, no Roma e Venezia”, e che spesso hanno “studiato” l’itinerario che vogliono visitare nei nostri luoghi.

Fonte: http://www.saporidiappennino.it/agriturismo-ca-mazza/
Facebook: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=273537446157980&et=a.221898244655234.1073741828.220971664747892&type=1&stream_ref=10


<< Precedente | Successivo >>